Nasce lo Sgarbizio, il gioiello di Castel di Sangro

Nasce lo Sgarbizio, il gioiello di Castel di Sangro
 
L’opera creata da Franco Coccopalmeri sarà presentata ad Arti e Mestieri.
Con una sorpresa dello chef Niko Romito
 
 Nascita dello "Sgarbizio, il gioiello di Castel di Sangro"
La nuova icona dell’eleganza sangrina è lo Sgarbizio, un gioiello creato dal Maestro d’Arte Orafa Franco Coccopalmeri per il Comune di Castel di Sangro. La creazione prende il nome dall’adattamento  ideato da Tommaso Marzano, prendendo spunto da un termine dialettale che significa “capriccio”. L’opera sarà presentata ed esposta nella VI Edizione della Mostra delle Arti e degli Antichi Mestieri in programma nel centro storico di Castel di Sangro dal 22 al 24 agosto. Il gioiello, realizzato in varie versioni e misure, ha una forma di spirale impreziosita da uno o più brillanti.
“Lo Sgarbizio vuole rappresentare le radici della storia di Castel di Sangro” dichiara la ricercatrice Angela Caruso che ha elaborato l’idea “le preistoriche mura ciclopiche, i magici ornamenti delle genti sannitiche, la vetusta torre del Castello Superiore, richiamano tutte la forma di una spirale. Un emblema del fascino e della classe delle donne di questa terra”.
“Sono rimasto affascinato dalla bellezza e dall’eleganza dei lavori di Franco Coccopalmeri” aggiunge l’assessore Giuliano Pallotta “gli rivolgo un particolare ringraziamento e ritengo sia un motivo di vanto averlo ospite all’interno della manifestazione. Per la sua peculiarità il gioiello riceverà il patrocinio da parte del Comune di Castel di Sangro”.
E per celebrare l’evento, lo chef Niko Romito ha creato un dolce ispirato al gioiello. Tale raffinatezza, ovviamente a forma di spirale, è stata elaborata nell’affermata scuola di cucina di Castel di Sangro, Niko Formazione, per un originale connubio tra arte orafa e arte culinaria.
 
“Sono molto felice” afferma soddisfatto Coccopalmeri “di essere stato interpellato per la realizzazione di questo oggetto, perché la Città di Castel di Sangro ha una rilevanza storico-culturale smisurata. Ma soprattutto sono contento perché c’è stato un bel gioco di squadra di cui io sono stato un semplice elemento. L'intesa è stata fondamentale e ha portato a questo importante risultato”. Hanno infatti contribuito alla progettazione dell’opera anche Diego Abissino, Andrea Del Castello, Ugo Del Castello e Maria Santucci, mentre Annalisa Amorosi e Gioia Coccopalmeri hanno partecipato alla realizzazione.

Articoli correlati (da tag)

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Aterno GAS & POWER

Responsabile territoriale:

Nino D'Andreamatteo

Aterno Gas & Power

Via Circonvolazione Orientale, 122

Pratola Peligna (AQ)


 Apicoltura "COLLE SALERA"

Produzione Miele Biologico

Apicoltura Colle Salera - Produzione Miele Biologico


2C COMPUTERS

INFORMATICA-UFFICIO-SERVIZI

biglietto 2c

www.2ccomputers.com

barra pelignanet